Ciao Marie

Negli anni, chi prima chi dopo, se ne va. Persone più o meno care. Ci crolla il mondo quando ad andare via è un familiare o un amico.

E poi ci sono le presone famose, che in un modo o nell’altro ci han fatto anche loro compagnia con canzoni, film, libri.. e non è poco il tempo che ci hai passato insieme, se ci pensi.

Per cui ti dispiace anche per loro. Alcuni di questi poi te li ritrovi, senza il tuo permesso, sottopelle, e per questi per forza di cose ti dispiace tanto tanto di più, tanto che un brividino lì sotto la pelle, dove sono rintanati, lo senti.

I miei musicisti sottopelle li conto sulle dita della mano: Queen, Bryan Adams, Knopfler, Guccini e Roxette.

roxette

Marie Fredriksson, dei Roxette, lottava col cancro (cervello) dal 2002. Cancro che, quando le permetteva di dedicarsi alla musica, le impediva di muoversi bene, di ricordarsi le parole delle canzoni… Ma la musica stessa era la terapia migliore, che la portò nel 2013 a riesibirsi full-time live con i Roxette.

Ebbi la fortuna di vederli all’Arcimboldi un paio di anni dopo.

Qualche tempo dopo decisero di fermare il tour per un riaggravarsi delle condizioni di Marie. Da lì il silenzio fino ad oggi.

Vi lascio con questa canzone che è sicuramente la più famosa. Quel “it must have been love, but it’s over now” suona ancora più amaro. Ma “se è stato love” non finisce, e c’è solo da ringraziare. Le prossime settimane l’autoradio saprà bene come farlo.

Pubblicità

Se non puoi farne a meno, lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...